Cronaca | Torino | 23/03/2024 13:02:17

Tentato omicidio con machete a Mirafiori: il conducente dello scooter fermato dalla Polizia


Dettagli cruciali sull'aggressione con machete a Mirafiori: arrestato dalla Polizia il presunto conducente del motociclo.


Nel pomeriggio del 22 marzo 2024, il personale della Squadra Mobile di Torino ha agito con tempestività ed efficienza nell'esecuzione di un fermo di indiziato di delitto. Tale misura era stata emessa dalla Procura della Repubblica locale nei confronti di un individuo italiano. L'uomo è sospettato, in concorso con un altro individuo il 20 marzo, di aver commesso un tentato omicidio il 18 marzo scorso. L'aggressione si è verificata in via Panizza 3, nel cuore del quartiere di Mirafiori. La vittima, un ragazzo nato nel 2000, era a bordo di un monopattino in compagnia della sua fidanzata quando è stato avvicinato da due aggressori a bordo di uno scooter. Da quanto è stato possibile ricostruire, il passeggero dello scooter sarebbe sceso e avrebbe colpito il giovane con un machete. Successivamente, i due aggressori sono fuggiti velocemente dal luogo dell'aggressione. Il 23enne è stato trasportato d'urgenza all'ospedale Cto di Torino, dove i medici hanno tentato di salvare la sua gamba sinistra. Purtroppo, a causa della gravità delle lesioni, è stata necessaria un'amputazione parziale dell'arto sotto il ginocchio. Nonostante l'intervento chirurgico, le condizioni del giovane si sono ulteriormente aggravate, rendendo necessaria un'ulteriore amputazione. Attualmente, il ragazzo è ricoverato nel reparto di rianimazione, con una prognosi riservata a causa della significativa perdita di sangue. Grazie alle testimonianze raccolte dagli investigatori, è stato possibile identificare e arrestare il presunto autore materiale dell'aggressione. Il giovane è stato localizzato vicino alla sua abitazione nel capoluogo piemontese e è stato sottoposto al fermo di indiziato di delitto. Dopo le formalità di rito, sarà trasferito presso la Casa Circondariale di Torino. L'arresto di questo sospettato rappresenta un passo fondamentale nelle indagini per far luce su questo grave episodio di violenza. 


Autore:
Nicola Cuomo